Bestbefore Blog

Perchè lo spreco alimentare contribuisce al cambiamento climatico?

Dec 09, 2022

Perchè lo spreco alimentare contribuisce al cambiamento climatico?

Un nuovo studio ha scoperto che gli sprechi alimentari contribuiscono in modo significativo al cambiamento climatico. Lo studio, pubblicato sulla rivista Nature Climate Change, stima che lo spreco alimentare sia responsabile dell'8% delle emissioni globali di gas serra, contribuendo in modo significativo alla crisi climatica.

Lo studio ha rilevato che gli sprechi alimentari si verificano in ogni fase della filiera alimentare, dalla produzione e lavorazione alla distribuzione e al consumo. Nella fase di produzione, gli sprechi alimentari si verificano quando le colture non vengono raccolte o vengono lasciate marcire nei campi. Nella fase di lavorazione, lo spreco alimentare si verifica quando i prodotti vengono scartati per motivi estetici o perché non soddisfano gli standard di qualità. Nella fase di distribuzione, lo spreco alimentare si verifica quando gli alimenti si rovinano durante il trasporto o vengono rifiutati dai rivenditori o dai consumatori. Nella fase di consumo, lo spreco alimentare si verifica quando il cibo viene gettato via dalle famiglie o dai ristoranti.

Lo studio stima che lo spreco alimentare sia responsabile di 3,3 miliardi di tonnellate di emissioni di gas serra ogni anno, equivalenti alle emissioni dell'intero settore dei trasporti. Questo spreco di risorse ha un impatto significativo sull'ambiente, poiché la produzione, il trasporto e lo smaltimento del cibo sprecato richiedono energia e generano inquinamento.

Per combattere lo spreco alimentare e ridurre il suo contributo al cambiamento climatico, lo studio raccomanda una serie di strategie, tra cui:

  1. Ridurre gli sprechi alimentari nella fase di produzione: Questo obiettivo può essere raggiunto attraverso una migliore gestione delle colture e la riduzione della quantità di cibo lasciato a marcire nei campi.
  2. Riduzione degli sprechi alimentari nella fase di lavorazione: Si può ottenere attraverso standard di qualità più severi e una migliore gestione dei rifiuti alimentari nelle strutture di trasformazione.
  3. Riduzione degli sprechi alimentari nella fase di distribuzione: Questo obiettivo può essere raggiunto attraverso un migliore coordinamento e una migliore pianificazione della catena di approvvigionamento, oltre a migliorare l'imballaggio e il trasporto per evitare il deterioramento.
  4. Riduzione degli sprechi alimentari nella fase di consumo: Questo obiettivo può essere raggiunto attraverso campagne di educazione e sensibilizzazione che incoraggino le famiglie e i ristoranti a ridurre i rifiuti alimentari.


Nel complesso, lo studio evidenzia la necessità di agire per combattere gli sprechi alimentari e ridurre il loro contributo al cambiamento climatico. Implementando strategie per ridurre gli sprechi alimentari in ogni fase della filiera alimentare, possiamo contribuire a proteggere l'ambiente e a mitigare l'impatto dei cambiamenti climatici.